Il tour per la Sardegna continua e TennistavolOltre conquista anche il Capo di Sopra grazie alla disponibilità dell’Istituto Comprensivo P. Tola di Sassari.

Il solito e collaudatissimo canovaccio allestito dal nutrito cast targato FITeT Sardegna riesce a conquistare i cuori dei presenti che apprendono con attenzione tutte le informazioni legate alla pratica olimpica e paralimpica della quinta disciplina sportiva più diffusa al mondo.

Ma il momento clou si registra quando, abbandonata l’aula del convegno, ci si trasferisce in palestra per le prove pratiche, coordinate dal tecnico federale Ana Brzan e impreziosite dalla presenza di diversi testimonial paralimpici come i padroni di casa della Libertas Sassari. C’erano infatti i neo campioni regionali Angelo Vitiello e Gianfranco Idini, con il loro compagno Lorenzo Sanna e i presidenti dei sodalizi pongistici turritani Marcello Cilloco e Pierpaolo Idini

Durante le fasi di gioco sembrava di assistere ad una normale ricreazione scolastica dove l’elemento inclusivo stava già sortendo magicamente i suoi effetti con gli studenti disabili accolti a braccia aperte dai loro compagni intenti a colpire la dispettosa palina in plastica.

A Sassari i ragazzi coinvolti nel progetto creato dalla FITET in collaborazione con Fondazione Vodafone, MIUR e Comitato Italiano Paralimpico saranno circa una quarantina, dove per metà saranno studenti non disabili.
Molto soddisfatto anche di questa terza tappa il presidente della Fitet Sardegna Simone Carrucciu che ha ringraziato tutti i presenti, sottolineando come i tabù vanno sfatati con atti concreti e attraverso l’ausilio di immagini e informazioni indispensabili ad aprire le menti.

Lunedì 11 febbraio è in programma a Cagliari il convegno regionale sul progetto scolastico di inclusione e integrazione della diversità attraverso la pratica sportiva

  CAGLIARI - Il Comitato italiano paralimpico (Cip) Sardegna, ha ideato e realizzato nel 2018 il progetto scolastico: “Agitamus: quando il movimento e lo sport valorizzano la diversità”, finalizzato alla promozione della cultura della diversità fin dalla scuola primaria.


Sviluppo dell’empatia come requisito per riconoscere e valorizzare diversità e specificità. Tra gli obiettivi del progetto: la promozione dell’attività sportiva tra le persone disabili, lo sviluppo dell’empatia come prerequisito fondamentale per riconoscere, rispettare e valorizzare diversità e specificità proprie e altrui. Nei vari convegni, a chiusura di ciascuna fase, sono stati presentati i risultati del progetto e ripercorse, attraverso elaborati e documentazioni, le tappe più significative delle attività svolte. È stata colta l’opportunità per mostrare come, grazie a un piccolo progetto scolastico, sia possibile determinare cambiamenti reali in un contesto sociale più ampio.

La diffusione della cultura dell’integrazione per favorire una migliore coscienza civica. Un momento di riflessione alla presenza di famiglie, amministratori e personale della scuola, in merito all’importanza dello sviluppo di una cultura attenta al tema dell’inclusione e sulla necessità di sostenere politiche di integrazione al fine di porre in essere una progressiva e migliore coscienza civica e di cittadinanza.

L’11 febbraio “Agitamus” a Cagliari per ripercorrere i risultati del progetto. Il convegno regionale “Agitamus” in programma lunedì 11 febbraio alle 10.30 a Cagliari, presso il Centro congressi della Fiera internazionale della Sardegna, ripercorrerà esiti e risultati dei progetti di sensibilizzazione della collettività e soprattutto delle nuove generazioni sui temi dell’inclusione, del superamento delle barriere culturali, della valorizzazione della diversità e della promozione dello sport. Al centro della discussione il valore della pratica sportiva come opportunità di riscatto per le persone disabili, grazie ai progetti realizzati nelle diverse scuole sarde partecipanti all’edizione 2018. Nel corso dell’anno l’iniziativa verrà replicata ed estesa per coinvolgere altre scuole della Sardegna.

partenza campestreOltre 500 persone, fra alunni scuole secondarie di primo e secondo grado, Insegnanti, Genitori, rappresentanti FIDAL e dell'ateneo di Sassari, hanno partecipato alla competizione tenutasi a Sassari negli impianti di San Giovanni del CUS. Una bellissima festa studentesca ha lanciato un messaggio forte e chiaro "lo Sport scolastico è vivo e motivato". Un ringraziamento sincero agli alunni ed agli insegnanti che hanno reso questa manifestazione emozionante e piena di entusiasmo.
In allegato le classifiche e alcune immagini della manifestazione.

Attachments:
Download this file (CSS Capestre CUS Sassari 16-01-2019.pdf)CSS Capestre CUS Sassari 16-01-2019.pdf[ ]677 kB
Download this file (IMG_2780.jpeg)IMG_2780.jpeg[ ]2473 kB
Download this file (IMG_2791.jpeg)IMG_2791.jpeg[ ]4196 kB
Download this file (IMG_2850.jpeg)IMG_2850.jpeg[ ]1754 kB
Download this file (IMG_2873.jpeg)IMG_2873.jpeg[ ]1627 kB

agitamusGrande Successo con la presentazione di chiusura di Sassari, presenti il Presidente del CR Gianfranco Ganau e del Sindaco Nicola Sanna e di Nuoro con la partecipazione dell'assessore allo Sport Provinciale Rachele Piras.agitamus Tola
Gli alunni dell'I.C n. 3 "Tola" di Sassari e e dell'I. C. n. 4 " Deledda" di Nuoro hanno risposto con entusiasmo, dimostrando grande sensibilità a tutte le dimostrazioni/lezioni degli atleti paralimpici, producendo, al convegno conclusivo, dei lavori molto profondi, in cui si evidenziano gli effetti inclusivi metabolizzati durante tutto il percorso del progetto AGITAMUS.
In allegato alcune immagini delle manifestazioni

Attachments:
Download this file (nuoro.jpeg)nuoro.jpeg[ ]2334 kB
Download this file (nuoro1.jpeg)nuoro1.jpeg[ ]1978 kB
Download this file (Sassari.jpeg)Sassari.jpeg[ ]3247 kB
Download this file (sassari1.jpeg)sassari1.jpeg[ ]1201 kB
Download this file (sassari2.jpeg)sassari2.jpeg[ ]2612 kB

Interessante proposta formativa di " D'Anna casa editrice", rivolta ai Docenti di Educazione fisica.

Attachments:
Download this file (DEPLIANT2019DANNAINFORMA.pdf)DEPLIANT2019DANNAINFORMA.pdf[ ]1905 kB